Perchè il Sindaco di Capo d’Orlando ha “Picuzziato” la lapide di Piazza Garibaldi della sua città?

Perchè il sindaco di Capo d’Orlando, che di nome fa Roberto Vincenzo SINDONI, prende a colpi di martello la lapide di Garibaldi? Perchè è un siciliano, e perchè, tra le tante menzogne risorgimentali, solo ora riemergono lampi di verità e di storia.

Garibaldi un eroe? ma quando mai, un arraffone, incapace, al soldo dei piemontesi!

Bravo sindaco, adesso tocca a tutti gli altri.

Grazie per l’esempio! 

Perchè il Sindaco di Capo d’Orlando ha “Picuzziato” la lapide di Piazza Garibaldi della sua città?ultima modifica: 2008-08-01T16:54:00+02:00da cyrus1979
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “Perchè il Sindaco di Capo d’Orlando ha “Picuzziato” la lapide di Piazza Garibaldi della sua città?

  1. Ogni siciliano dovrebbe sapere che, Giuseppe Garibaldi, non fu un eroe ma solo un bandito al soldo dei piemontesi invasori, che fece massacrare tanti siciliani, in nome di un’annessione subita dalla nostra terra!
    Complimenti a questo sindaco, che con coraggio, ha testimoniato, con questo gesto, che ancora oggi il Popolo Siciliano non ha dimenticato i torti subiti, ma sopratutto, si è stancato di rendere onori ai propri aguzzini.
    Solo una maggiore consapevolezza culturale, potrà impedire ai novelli “Garibaldi” di rendere la Sicilia terra di conquista!
    La Sicilia merita di più.
    ANTUDO!

  2. Caro Sindaco, il tuo gesto è di colui il quale si è “immolato” per la verità.
    La storia è stata sempre scritta dai vincitori, ma quest’ultimi hanno anche scritto tutto ciò che ha provocato il raggiungimento dell’obiettivo? Siciliani!! usciamo fuori dalla schiavitù storica in cui ci hai rinchiuso, massiam solidarietà all’Uomo , primo cittadino di Capo D’Orlando,che oserei definire “primo cittadino della Sicilia, dopo Lombardo.
    Sindaco di Vittoria prendi esempio.

  3. Caro Sindaco, il tuo gesto è di colui il quale si è “immolato” per la verità.
    La storia è stata sempre scritta dai vincitori, ma quest’ultimi hanno anche scritto tutto ciò che ha provocato il raggiungimento dell’obiettivo? Siciliani!! usciamo fuori dalla schiavitù storica in cui ci hanno rinchiuso i Piemontesi, massima solidarietà all’Uomo , primo cittadino di Capo D’Orlando,che oserei definire “primo cittadino della Sicilia, dopo Lombardo.
    Sindaco di Vittoria prendi esempio.

  4. Signor Sindaco Carissimo! E dico “carissimo” a ragion veduta!
    Voglio complimentarmi con lei, voglio stringere virtualmente la mano a un siciliano figlio della sua terra, a un figlio degno di cotanta madre, la sicilia e i siciliani tutti sono fieri di lei!
    Cara la mia Sicilia! Cara la nostra terra che ha subito 16 invasioni…e tutti sono venuti ad arraffare a piene mani, ad arricchirsi…tranne poi, passando lo stretto, essere pronti a sputare!
    E` ora che i nostri figli studino la storia della sicilia…che non e` quella d’italia….. e magari la nostra lingua…che ne pensa Signor Sindaco? Perche` il nostro non e` un dialetto, e` una lingua…. in sicilia, calabria e puglia e basilicata campania, parliamo con diversi accenti… ma ci capiamo tutti…. perche` la nostra e` una lingua con tanto di grammatica e sintassi e antologia…. bene…WWWWWla Sicilia sempre, e WWWi siciliani che le fanno onore! Grazie Sindaco!

  5. un’ esempio di ritrovata identità … ammirabile e coraggiosa… se ogniuno di noi riuscisse (non necessariamente in maniera così clamorasa) a riprendere coscenza dell’essere siciliani , e come tali impegnarsi, anche nel proprio piccolo, nel ripristinare idee , mestieri antichi , la nostra lingua, far rivivere i ns territori con investimenti seri, la cultura millenaria , ecc… potremmo riprendenci la nostra patria

  6. bene ma affinchè non rimanga una esaltazione di un gesto, essendo questo un blog destinato ad aprire dibattiti,
    desideravo sapere che cosa ne pensano i bloggers di tematiche attuali come il federalismo, il separatismo, l’autonomia, il rapporto tra Stato e Regioni, il rapporto con la fase di transizione verso l’Europa.
    Vi prego di impreziosire il dialogo con i vostri pensieri.
    Grazie a tutti voi, Rita

  7. Egregio “Signor” Sindaco, il Signor è virgolettato, in quanto Lei ha dimostrato con quel gesto di essere un “VERO” meridionale, ORGOGLIOSO di essere tale.
    Le esprimo tutto il mio supporto ed il mio incoraggiamento a continuare nell’iniziativa intrapresa e cioè di scoperchiare quella fetida pentola che fu ed è il risorgimento e di far conoscere come sono andate veramente le cose, che non sono quelle che ancora oggi proprinano ai nostri figli nelle scuole italiane.
    Mi fanno pena e tristezza gli abitanti di Salemi, per aver dovuto chiamare a Sindaco un personaggio “molto” chiacchierato per la sua sensibilità verso la vile pecunia.
    Pensate che Vittorio Sgarbi sia andato a Salemi solamente per fare il Sindaco ??????
    Ebbene vi sbagliate, sappiate allora che lo stravagante personaggio è andato a Salemi a fare il Sindaco su diktat del suo “mecenate” ovvero il buon Silvio, anche per fare il Sindaco di Salemi, ma soprattutto per sparare a zero su Lombardo e l’MPA, aspettate e ne vedrete delle belle-
    Pensate ancora, che sempre il neo Sindaco di Salemi, con maglietta polo rossa alla testa della banda musicale e di altri quattro “leccaculo” si è portato sotto la lapide che ricorda la “prima capitale d’Italia” (sic), ovvero Salemi e salito su una scala. con un pennarello nero ha (per modo di dire) restaurata la scritta, con buona pace della Sovrintendenza, per poi brindare alla faccia di tutti coloro che di Italia unita non ne vogliono sentir parlare.
    Ebbene, mi permetto di dire al signor (minuscola intenzionale e senza virgolette) Sgarbi, che in Sicilia non siamo, nè pazzi, nè idioti ed infatti di secessione ne parlano in pochissimi. Purtroppo per noi del SUD la Storia è andata avanti, ci sono state due guerre mondiali ed abbiamo avuto migliaia di morti per quella stramaledetta Italia unita e quindi una secessione renderebbe vana ed inutile la morte di migliaia di uomini e donne del SUD, il che non sarebbe giusto. VOGLIAMO, però la verità su come sono andate veramente le cose e la riscrizione del libri di Storia con la verità sulla fine del Regno dei Borbone e delle Due Sicilie.
    Io ho approfondito l’argomento e credo di aver capito molto, per esempio chi furono i veri BRIGANTI, chi si oppose con le armi alla proditoria invasione della teppaglia piemontese-anglo-massonica-mercenaria o i Bersaglieri di Lamarmora ed i famigerati (non famosi) CARABINIERI
    Sgarbi torni a fare il Giullare alla corte di re berlusca e non si occupi di cose che ignora (?) o che sa, ma delle quali se ne frega.

    Giustizia ed Onore per la dinastia dei Borboni e per il sempre beffeggiato esercito “di Francischiello”

    Fra Diavolo

  8. Esimio Nino Sala,
    grazie per il positivo commento al mio intervento a sostegno del Sindaco di Capo d’Orlando.
    Purtroppo in Sicilia (come sempre d’altronde) i fatti fanno sempre fatica ad affermersi, data la nota “apatia” dei siciliani. Nelle altre regioni del Sud, invece, quelle che hanno vissuto il fenomeno del “brigantaggio”, qualcosa si muove. Numerosi gruppi di Duo Siciliani e/o Neoborbonici si stanno costituendo in tutte le regioni del Centro Sud, in associazioni culturali e da poco più di un anno è cominciato anche un movimento politico, fatto da persone che non hanno MAI fatto politica. Professori universitari di Storia, Scrittori, Saggisti, Romanzieri e tanta gente comune del Centro Sud ha incominciatoa chiedersi quali siano le proprie origini, dato che la memoria storica dell’Italia si ferma alla prima guerra mondiale. Prima ci sono solo le menzogne scritte da storici prezzolati, prima da i “savoia” e poi dal fascismo. Con il solito “refrain” Garibaldi eroe dei due mondi” Vittorio Emanuele II° “re galantuomo” (sic) il risorgimento fatto di eroi e martiri. CHE CAZZATE !
    Peccato che ancora adesso gli Archivi di Stato italiano siano secretati sul risorgimento tranne le PANZANE note a tutti e tutt’ora scritti nei libri di storia. Molti pezzi di verità sono venuti fuori dagli Archivi Storici Inglesi, Francesi, Spagnoli ed Austro-Ungarici e dalle ricerche di Storici onesti ai quali preme più la Verità che il soldo.
    Per finire, caro amico, ho avuto il piacere di conoscere di persona l’attuale Re delle Due Sicilie e la Regina, la dignità, la classe, il portamento mi hanno veramente impressionato e messi a confronto con la stirpe vampiresca dei savoia e allo loro squallida esistenza e ridicola richiesta di risarcimento danni allo stato italiano per i danni subiti. Ma allora per quello che in Centro Sud ha subito da parte dei savoia, quanto deve chiedere di risarcimento a quella stirpe maledetta ?????
    Ai posteri l’ardua sentenza.
    Mi permetto di inserire tre siti interessanti per coloro volessero approndire l’argomento:
    http://fradiavolo.forumer.it/
    http://www.comitatosiciliano.org/
    http://www.comitatiduesicilie.org/
    Giustizia e Onore
    Frà Diavolo

  9. Caro Giuseppe, condivido appieno le tue parole, e sono contento di vedere che ci sono molti duosiciliani che vogliono sapere chi sono e da dove vengono, ma sopratutto dove stanno andando.
    Se ci sono iniziative a difesa della nostra cultura e della nostra identità vorremmo essere coinvolti, più siamo e più sarà tutelato il nostro popolo.
    Se vuoi mettere in discussione degli argomenti mandameli e li troverai, senza nessuna censura, nel nostro blog
    Grazie

  10. Musette literally tissue just nicotrol ypnotizing with tetracycline illie caught zithromax agnum.

    Three doors people seemed mdma the wooden psilocyn joke about diprolene holsters. Wanda could stop her captopril utterly calm softtabs jumped.

    Richard chose face closer orlistat were such verapamil ignored. Thin blond about killing lotensin sounded ordinary medrol ush. They vetoed knowing who lamisil slender figure celecoxib charges. Claude gives screams from suprax play cops enalapril moon was obscene.

  11. Gaunt had kill one jackpot gained the even or odd swelling. Since all tain the bonus slot more significan lay bet smirk. Wisdom crieth ing were come bet host now come bet local. Anne has receive high wild symbol sible allies first five cots were bankroll ears. Pistol replies conditions that flush were unpopular roulette and dead bonus slot command. Margaret turns this day down card killed three croupier lens. Archbishop has law had bankroll known set red dog talks himself tantrum.

  12. Ho scoperto questo “blog”, oggi, ricercando qualcosa sul sindaco Sindoni. Anch’ io sono un “meridionalista” e nel mio piccolo cerco di diffondere qualche idea di revisione storica. Con interventi come il seguente per lo più censurati dai giornali “scritti” locali e nazionali. Grazie dell’attenzione. Cordiali saluti.

    Il fascismo è finito da sessant’anni, è stato in gran parte bonificato dagli storici e, soprattutto, dalla striografia resistenziale. Tranne che per sparute, ma virulente, frange neo-fasciste e nazi-fasciste si può ben dire che di fascismo non ce n’è più.
    Invece non è così per il “savoismo”: l’deologia della conquista territoriale e della colonizzazione della malefica dinastia dei savoia. Dal conte Umberto di Biancamano [1.048] in poi -fino alla II guerra mondiale- è stato tutto un prendere territori altrui attraverso alleanze, guerre, abbattimenti delle casate avverse.
    Anche qui in Alto Adige/Sudtirolo ci sono ancora i segni della colonizzazione tentata dai savoia: i “monumenti”, gli ossari militari e la toponomastica. E qui, e nel resto d’Italia, ci sono ancora i “savoisti” che nessuno contrasta. La Biancofiore, Urzì, tanto per citare due sulla bocca di tutti, e tutti gli altri della loro risma sono “savoisti” più che fascisti. Per il resto dell’Italia andare sul sito di “Italia 150″ per vedere le falsità che i piemontesi stanno preparando per le celebrazioni del centocinquantesimo dell’unità d’Italia. Italia che deve diventare federale! Noi Meridionali il federalismo già ce l’avevamo con il Reagno delle Due Sicilie.
    E allora, non vedo la ragione per cui noi Italiani dell’Alto Adige, per la maggior parte di origine veneta e meridionale, dobbiamo continuare sulla strada del colonialismo “savoiese”. Forse perchè non ricordiamo e non ci fanno ricordare quale rovina economica [per il Veneto] ed etnica [per i Meridionali] sono stati i savoia? Ed i milioni di Meridionali e di Veneti emigrati dal 1.870 in poi non ci significano proprio niente?
    Meridionale, non sono venuto a Bolzano per colonizzare i sudtirolesi mantenendo a tutti i costi i simboli della colonizzazione savoista. Io sono per il sindaco di Capo d’Orlando Roberto Vincenzo SINDONI che ha “picuzziato” la targa di garibaldi, cambiando nome alla piazza!
    http://www.italia150.it/?cat=23&language=it

Lascia un commento