“Terra Omnia” di Philippe Daverio: un progetto neocoloniale per Palermo e la Sicilia

Nino a Gibilmanna X.jpgProgetto “Terra Omnia” di Philippe Daverio – Attività e manifestazioni culturali, leggasi manifestazioni coloniali, per la città di Palermo: questa è la dicitura sotto la quale si nasconde il progetto neo coloniale che viene imposto alla Città e ai siciliani per festeggiare il 150° anniversario della conquista / farsa di Palermo da parte di Giuseppe Garibaldi. Questa manifestazione è non solo poco credibile sul piano eminentemente organizzativo visto che non si capiscono ad oggi quali siano i contorni della stessa, infatti non si trova ancora il programma ma solo dei costosissimi manifesti, ma lo scenario storico culturale a cui fa riferimento è uno dei più tetri e vergognosi della storia della Sicilia. Grazie proprio alla farsa dei Mille il Piemonte sabaudo depredò la nostra terra lasciandola in uno stato di prostazione di cui ancora oggi si avvertono le conseguenze. E se dopo 150° dall’ingresso a Palermo del più grande nemico della Sicilia e del Sud, Garibaldi, c’è qualcuno che intende osannarlo, vuol dire che la colonizzazzione imposta dal regime non è terminata anzi vuole costringerci a lodare l’oppressore starniero a spese nostre. Se poi questa meschina operazione di rimozione culturale della verità storica viene compiuta da un ente pubblico come il comune di Palermo guidato dal sindaco Cammarata, e ideata da un francese come Philippe Daverio, ci indignamo profondamente sopratutto difronte all’idea che da vittime dobbiamo ringraziare i nostri aguzzini peggiori sapendo anche che la prima volta che compare ufficialmente il vocabolo mafia, accostato al senso tutt’ora in uso di organizzazione malavitosa o malavita organizzata, è in un rapporto del capo procuratore di Palermo nel 1865, Filippo Antonio Gualtiero e che già due anni prima, nel 1863, venne interpretato da Giuseppe Rizzotto e Gaetano MoscaI mafiusi di la Vicaria” dopo appena tre anni dall’ingresso a Palermo di quello che Cammarata e Daverio ritengono un eroe, scambiando la razzia piemontese ai nostri danni per una corciata di libertà.

Nino Sala

“Terra Omnia” di Philippe Daverio: un progetto neocoloniale per Palermo e la Siciliaultima modifica: 2010-04-29T17:01:00+00:00da cyrus1979
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento