Alleanza Etica e Pdl Sicilia espressione del territorio e voce del Popolo Siciliano

Sicilia.jpegSabato 25 luglio in mattinata, presso la sala rossa di Palazzo dei Normanni, ho partecipato, in qualità di Coordinatore di Alleanza Etica, alla fondazione di Pdl-Sicilia, la componente sicilianista del nostro partito. E’ stato un appuntamento importante che ha visto la presenza di un nutrito gruppo di parlamentari regionali e nazionali, accompagnati da una folta rappresentanza di sindaci e consiglieri comunali da tutta la Sicilia, e dei tre assessori regionali che fanno capo alla componente. La mia collocazione al tavolo rosso,  accanto all’assessore regionale On. Nino Strano, ha reso subito l’idea di essere riconosciuti unanimemente come i progenitori, insieme a Fabio Granata e Guido Lo Porto, del pensiero sicilianista che oggi anima questo gruppo. Ho ascoltato tutti gli interventi, con la massima attenzione, apprezzando in particolare modo quello dell’On. Livio Marrocco, dell’On. Carmelo Briguglio, dell’On. Fabio Granata e le conglusioni dell’On. Pippo Scalia, i quali hanno tracciato un percorso che potrebe portare alla formazione di un Pdl siciliano sul modello catalano, federato con quello nazionale ma autonomo per le scelte che riquardano il territorio. Questa prospettiva mi affascina e mi entusiasma, perchè un decennio fa siamo stati i primi, prima di Lombardo, a parlare della necessità di avere una forza politica capace di rappresentare in sede nazionale, le aspettative e le speranze del Popolo Siciliano. Anche io sono stato invitato a prendere la parola per esporre la mia visione della questione, e dopo avere sottolineato la necessità di questo percorso culturale e politico, ho evidenziato quale forma di sicilianismo dobbiamo organizzare e mettere in campo: un sicilianismo etico, responsabile e solidale, rispettoso delle esigenze nazionali ma fortemente identitario, non ideologico e certamente non rivendicazionista con il cappello in mano per qualche euro di elemosina in più. Noi vogliamo una politica sicilianista per fare grande la Sicilia e quando chiediamo di più lo facciamo non per avere di più ma per poter dare di più. Una Siclia sempre pronta a venire sussidiaramente incontro alle difficoltà delle altre regioni italiane, come nel caso del terremoto abruzzese. Una Sicilia che vuole fare da sola e che pretende una classe dirigente capace di immagginare un futuro di prosperità, libertà e responsabilità per il proprio Popolo. E per questo ho citato un episodio della storia di Roma antica raccontato da Tito Livio, in cui una grande città della Sicilia, Siracusa, governata da un grande sovrano Gerone II, durante la II guerra punica, venne in aiuto dell’Impero romano, donandogli una nave d’oro. Ecco la Sicilia che vogliamo! Io e Alleanza Etica lavoreremo perchè tutto ciò si possa realizzare al più presto! Nino Sala

Alleanza Etica e Pdl Sicilia espressione del territorio e voce del Popolo Sicilianoultima modifica: 2009-07-27T20:42:00+00:00da cyrus1979
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Alleanza Etica e Pdl Sicilia espressione del territorio e voce del Popolo Siciliano

  1. Io e lo sciopero della fame: al governatore della regione Sicilia, Raffaele Lombardo
    Gentilissimo Presidente,

    sono————–, tecnico Ata in sciopero della fame presso il Provveditorato di Palermo, da più di 10 giorni, insieme ai miei colleghi.
    Le scrivo velocemente, perché ancora una notte sta scendendo sul nostro gazebo e, ancora una volta, ci troverà al buio, soli, lontani dai nostri familiari, accompagnati soltanto da quei fastidiosi, vicinissimi squittii e dal sottofondo musicale dei crampi allo stomaco, che sembrano volerci borbottare: siete dei folli!
    Probabilmente lo siamo davvero, Presidente. Perché noi crediamo fermamente in quello che facciamo. Crediamo di trovarci ancora in un Paese democratico, nel quale le istituzioni debbano tutelare i cittadini, ascoltarli, accogliere le loro richieste di aiuto e le loro grida di dolore.
    E invece i giorni passano e noi siamo qui, prigionieri di una scelta difficile, intrisa di sofferenza, in attesa di un serio segnale, da parte delle istituzioni, che vada al di là delle pur importanti manifestazioni di solidarietà che in questi giorni abbiamo ricevuto.
    Non le nascondo di essere scoraggiato: in questi giorni abbiamo appreso della convocazione dell’Assessore Leanza, per quanto riguarda l’applicazione dell’accordo Miur-Regione Sicilia, che dovrebbe servire a recuperare una piccola parte dei posti che si perdono. Ebbene, pur comprendendo l’importanza di questo tavolo tecnico, non posso fare a meno di dirle che il problema dei precari resta. Se anche, grazie all’accordo, si riuscisse a recuperare 900 posti, quale sarebbe il destino degli altri 6300 precari della scuola siciliana, rimasti senza lavoro?
    Vorremmo sapere cosa sarà di noi e delle famiglie di tutti i precari siciliani. Vorremmo sapere se i nostri rappresentanti hanno intenzione di prendersi carico in toto delle conseguenze di questa annunciata tragedia occupazionale. Vorremmo sapere se Lei, Signor Presidente, è disponibile ad incontrarci ufficialmente e ad aprire un tavolo di trattative, finalizzato a trovare soluzioni serie, per tutti i precari rimasti a casa a causa dei tagli operati dal Governo Nazionale. Perché fino ad allora continueremo, anche a costo di gravi conseguenze per la nostra salute, a digiunare.
    Non so dirle se arriverà prima la sua visita, o la fine delle nostre forze, ma una cosa la so con certezza: ed è che se anche non avesse risposte immediate per noi, non basterà ignorarci, per renderci invisibili, inesistenti.
    Noi ci siamo, e nell’attesa di poterla incontrare, continueremo a coltivare il sogno di una scuola di qualità, di una Regione virtuosa, di un Paese democratico, nel quale il diritto all’istruzione dei figli si coniughi indissolubilmente col diritto al lavoro dei padri.

    ————-
    03/09/2009

    Scusa MA dove sono i POLITICI SICILIANI???????
    Alleanza Etica da che parte si schiera?
    Siete convinti di difendere il Popolo Siciliano???
    le Vostre idee???
    il Vostro partito……..il PDL??????

Lascia un commento